All Posts
Interviste

Prototipazione rapida in stereolitografia con la nuova Draft Resin

Un fissaggio di foratura rimovibile stampato con la Draft Resin

Nel 2019 Formlabs ha introdotto sul mercato la Draft Resin con l’obiettivo di creare un materiale il più preciso possibile per andare incontro alle esigenze della prototipazione e consentire iterazioni più rapide. Fin da subito gli utenti l’hanno incorporata nei loro processi di design di prodotto. 

Dall'alta velocità di preparazione della stampa fino ai tempi ridotti al minimo per la rimozione dei supporti, il lavaggio e la polimerizzazione, la Draft Resin permette di ottimizzare i workflow e massimizzare l'efficienza.

La Draft Resin è ideale per:

  • Prototipi iniziali
  • Iterazione di progetti in un giorno
  • Dimostrazioni di stampa 3D dal vivo
  • Applicazioni ad alto rendimento
  • Stampa rapida di parti di grandi dimensioni

Lo scorso ottobre abbiamo lanciato una nuova formulazione della Draft Resin con tempi di stampa ancora più rapidi e una migliore finitura superficiale. Di recente abbiamo ricontattato il fondatore di Albatross Bikes Will Hilgenberg, che ha usato la Draft Resin originale, per scoprire cosa ne pensa della nuova formulazione della Draft Resin e in che modo il suo team la sta integrando nei propri workflow per creare rapidamente campioni ingegneristici.

I test di Albatross Bikes con la Draft Resin V2

La Draft Resin è stata aggiornata per migliorare la rimozione dei supporti. 

Pur essendo soddisfatti della prima versione rilasciata l’anno prima, Albatross Bikes voleva ancora di più dalla Draft Resin.

Queste sono le caratteristiche addizionali che volevano:

  • Più opzioni di stampa oltre ai 300 micron.
  • Rimozione dei supporti più semplice.
  • Eliminazione dell’odore caratteristico della Draft Resin.
  • Colore più adatto ai prototipi ingegneristici. 

La nuova formulazione della Draft Resin non solo è disponibile in un nuovo colore grigio che si adatta meglio alla maggior parte dei prototipi ingegneristici, ma supporta la stampa a 200 e a che 100 micron, mentre la Draft Resin V1 poteva stampare solo a 300 micron. Le migliori impostazioni di risoluzione riducono l’impatto delle curve e degli angoli irregolari sui prototipi delle parti, che potrebbero risultare problematici nel caso in cui gli utenti desiderino prototipi ad alta risoluzione il più possibile simili alla parte finale. Ma soprattutto, la Draft Resin V2 stampa a 200 micron a una velocità paragonabile a quella della Draft Resin V1 a 300 micron, il che la rende la resina che stampa più rapidamente a 200 micron tra quelle disponibili per le stampanti SLA. 

“Con la Draft Resin V2 siamo riusciti a ridurre lo spessore delle pareti a 0,6 mm per alcune sezioni del modello con un supporto abbastanza solido, mentre con la Draft Resin V1 sapevamo di dover stampare con uno spessore minimo di 1 mm per preservare la qualità dimensionale dei modelli”.

Will Hilgenberg

A causa delle linee degli strati più spesse, le parti stampate in 3D realizzate con la Draft Resin V1 a volte erano difficili da rimuovere dai supporti. Questo richiedeva un posizionamento estremamente preciso delle stampe sulla piattaforma di stampa, più tempo per modificare l'orientamento delle parti in PreForm e ancora altro tempo di post-elaborazione per levigare i punti di contatto più irregolari. Grazie alle migliori opzioni di risoluzione della Draft Resin, Albatross Bikes è riuscita a ridurre il tempo passato a correggere file e stampe, impiegandolo invece nella stampa vera e propria, senza preoccuparsi eccessivamente della post-elaborazione. Will afferma: “Siamo riusciti a ridimensionare le stampe senza modificare gli spessori delle pareti per consentire la stampa”.

Una delle lamentele che ricevevamo riguardo alla Draft Resin era che la resina non polimerizzata emanava un cattivo odore. Non si trattava di un odore fastidioso per tutti, ma Albatross Bikes ha dovuto comunque spostare la propria stampante 3D in un altro punto dell'ufficio per poter stampare con la Draft Resin V1. Con la Draft Resin V2, quell'odore è stato completamente eliminato. 

Differenza di colore tra Draft Resin V1 e Draft Resin V2

La parte in Draft Resin e la sua controparte di metallo 

Consigli per gli ingegneri che utilizzano la Draft Resin

“La Draft Resin è stata ampiamente usata nella nostra azienda. Si inserisce perfettamente nella nicchia tra FDM e SLA”.

Will Hilgenberg

Oggi gli ingegneri e i designer scelgono sempre più spesso apparecchi di modellazione a deposizione fusa (FDM) per la prototipazione del concetto iniziale e apparecchi stereolitografici (SLA) per modelli ad alta fedeltà. Adesso è possibile usare la Draft Resin per realizzare dei prototipi iniziali e passare successivamente a resine standard o ingegneristiche per modelli funzionali dettagliati, il tutto utilizzando lo stesso apparecchio. Con la Draft Resin, la stereolitografia diventa la tecnologia più veloce per la stampa di prototipi, fino a 10 volte più veloce rispetto a parti di dimensioni simili su una stampante FDM. 

Un prototipo di altoparlante di grandi dimensioni stampato con la Draft Resin

"Questa resina è un’ottima soluzione perché, pur non sostituendo la stampa FDM, riesce a colmare il divario tra la tradizionale tecnologia di stampa FDM e la stereolitografia”.

Will Hilgenberg

Se un ingegnere vuole creare un nuovo prototipo di dima, la velocità può variare in base alle dimensioni e alla complessità della parte. La stampa di una dima di dimensioni standard su una Form 3 o Form 2 può richiedere circa cinque ore. Con la Draft Resin è possibile realizzare la stessa parte in 1 ora e 20 minuti, con un miglioramento della velocità del 73%. Questo significa meno tempo per stampare e più tempo per eseguire iterazioni del design e creare prodotti migliori.

Prova la Draft Resin V2

La parte in Draft Resin e la sua controparte di metallo 

Ricapitolando, la nuova formulazione della Draft Resin offre:

  • Migliore finitura superficiale: la formulazione più recente stampa con uno spessore dello strato di 200 o 100 micron, mantenendo la stessa velocità della versione precedente, che stampava solo a 300 micron.
  • Aspetto più professionale: la nuova formulazione offre modelli di presentazione dall'aspetto più professionale, di colore grigio.
  • Maggiore facilità di utilizzo: la nuova formulazione sfrutta la tecnologia LFS di Formlabs per ridurre i punti di contatto dei supporti e minimizzare i tempi di lavaggio e polimerizzazione con la Form Wash e la Form Cure.

Questi aggiornamenti rendono la prototipazione rapida con le stampanti 3D SLA di Formlabs più facile e migliore che mai.

Se hai altri casi di utilizzo interessanti con la Draft Resin, condividili con noi sui social media taggando @Formlabs nei tuoi post!