Come usare la stampa 3D per lo stampaggio a iniezione

Indice

La maggior parte dei prodotti in plastica oggi esistenti è realizzata mediante stampaggio a iniezione. Fabbricare stampi può però presentare costi proibitivi e risulta impegnativo in termini di tempo. Fortunatamente gli stampi non devono essere per forza fatti di metallo: possono essere stampati in 3D. Scarica il whitepaper di Formlabs sullo stampaggio a iniezione realizzato grazie a stampi 3D per scoprire come.

La stampa 3D stereolitografica (SLA) fornisce un'alternativa economica agli stampi creati da lavorazione meccanica. Le parti stampate in stereolitografia sono completamente solide e isotrope, cioè possono resistere alla pressione dello stampaggio a iniezione su scala ridotta.

Ti interessano altri tipi di realizzazione di stampi con la stampa 3D? Dai un'occhiata al nostro whitepaper riassuntivo che contiene informazioni anche su termoformatura e colatura con elastometri.

 


Whitepaper

Stampaggio a iniezione da stampi realizzati con la stampa 3D

Scarica il whitepaper per scoprire come creare in-house stampi 3D per stampaggio a iniezione a basso volume.

Scarica il whitepaper


Stampi realizzati in 3D in cornici di alluminio

Formlabs ha collaborato con Galomb, Inc., produttore di macchine di stampaggio a iniezione da banco a basso costo, per testare stampi creati con la Form 2. Gli stampi si sono dimostrati in grado di produrre parti in plastica di piccole dimensioni in maniera uniforme, senza mostrare segni di deterioramento dopo 25 iniezioni di polietilene a bassa densità (LDPE).

Nel whitepaper parleremo di:

  • Procedimento e risultati del test eseguito con Galomb
  • Raccomandazioni e buone pratiche per lo stampaggio a iniezione con stampi realizzati in 3D
  • Suggerimenti per la progettazione e la stampa di stampi 3D

Scarica il whitepaper per scoprire come creare in-house stampi 3D per stampaggio a iniezione a basso volume.

​​​​​​​Accedi al whitepaper completo