Buone pratiche per la stampa 3D in casa

Come molte altre persone in tutto il mondo, è probabile che tu abbia dovuto adattarti rapidamente a passare da lavorare da una postazione o un ufficio completamente attrezzati a progettare da casa con risorse più limitate. In questo periodo, la capacità di adattarsi alle nuove circostanze e rispondere a nuove sfide aiuta a ridurre i ritardi nella produzione e a rispettare i cicli di sviluppo su tutta la linea. 

Le dimensioni compatte delle stampanti stereolitografiche 3D desktop di Formlabs le rendono adatte a un utilizzo in casa o fuori dall'ufficio. Inoltre, con più di 30 materiali diversi in grado di imitare il silicone, il polipropilene, l'ABS e molti altri materiali, avrai una maggior flessibilità e più casi di utilizzo per rispondere alle nuove sfide che ti si presenteranno. 

Stampare in 3D a casa ti permetterà di ridurre i costi e avere un maggior controllo del lavoro nei periodi di incertezza, soprattutto se hai fatto o fai tuttora ricorso a fornitori esterni per la stampa 3D. I nostri clienti hanno utilizzato la stampa 3D da casa per ridurre i costi e migliorare l'efficienza, portare avanti lo sviluppo dei prodotti più importanti e contribuire alla lotta alla COVID-19.

Dan Kirchgessner, responsabile della community, e Jake Kapusta, esperto dei servizi senior, condividono le loro buone pratiche per stampare a casa.

Allestire la tua postazione di stampa 3D

Prima di trasportare o farti spedire la tua stampante 3D, sarà bene che ti accerti che gli spazi e l'ambiente siano adatti alla stampa, alla post-elaborazione e a eventuali operazioni di finitura. Dovrai predisporre piani di lavoro su cui posizionare la stampante o le stampanti, i dispositivi per la post-elaborazione come la Form Wash e la Form Cure, un'area di lavoro per la rimozione delle parti e la finitura e aree dove conservare temporaneamente attrezzature come il solvente per il lavaggio, il serbatoio resina, le cartucce di resina, i guanti, gli strumenti per la post-elaborazione, ecc.

Alexis Hope, designer e ricercatrice presso il Media Lab e il Center for Civic Media del MIT (Massachusetts Institute of Technology), afferma che quando ha dovuto allestire il suo laboratorio casalingo "portare a casa la stampante mi ha dato una forte motivazione a creare una postazione di lavoro. Occorre spazio per i sistemi di lavaggio e polimerizzazione post-stampa, e un'area dove conservare le parti. Quindi assicurati di aver previsto tutto ciò che serve per essere produttivo".

Il laboratorio domestico di Alexis Hope.

Alcune delle domande più frequenti che ci vengono poste sulla stampa 3D da casa riguardano l'impatto sull'ambiente domestico, ad esempio in termini di rumori e odori. Per prevenire eventuali sensibilità agli odori, noi abbiamo trovato utile posizionare la stazione di post-elaborazione in una zona ben ventilata o vicino a una finestra aperta, in modo da poter avere facilmente un ricambio d'aria. Anche se la Form 3 è relativamente silenziosa, paragonabile a un forno a microonde, potrebbe essere meglio posizionarla lontano dalle aree più tranquille della casa per evitare fastidi. 

Woody Hedberg, ingegnere del processo di stampa presso Formlabs, ha installato di recente una Form 3L nel suo appartamento per testare i materiali. "Ho rivestito il pavimento e le pareti della stanza di cartone spesso come misura protettiva", racconta. Ha anche trovato utile allestire la postazione accanto a una finestra aperta e in una stanza chiusa da una porta, per attenuare eventuali rumori e odori. 

Una volta sistemata la tua postazione, raccogli tutti gli strumenti indispensabili, come recipienti di lavaggio, cestelli, bottiglie, pinzette, una spatola, uno strumento di rimozione, tronchesine, guanti monouso in nitrile e tutto quello che ti occorre per stampare in 3D.

Trasportare le stampanti in sicurezza

Se possiedi già una stampante 3D, ti conviene pianificare attentamente come la trasporterai dal tuo ufficio o dalla tua postazione di lavoro fino a casa. Quando prepari la tua stampante 3D Formlabs per il trasporto, innanzitutto rimuovi la cartuccia di resina, quindi rimuovi e pulisci la piattaforma di stampa e infine rimuovi e chiudi il serbatoio resina prima di riporlo nel suo contenitore. Assicurati che tutti gli accessori contenenti resina siano chiusi saldamente prima del trasporto.

Nel caso della Form 3, la Light Processing Unit (LPU) deve essere fissata con le viti ad alette e la chiusura prima del trasporto. Non fissare la Light Processing Unit potrebbe comportare danni alla tua stampante. Se non trovi le viti, contattaci.

Avvolgi la stampante con cura e posizionala nel suo imballaggio originale, se possibile. Non dimenticarti di trasportare anche tutti gli accessori di cui potresti aver bisogno per la stampa 3D e la post-elaborazione: la Form Wash e la Form Cure o il Finish Kit e una soluzione di polimerizzazione alternativa, e materiali di consumo come serbatoi resina, cartucce di resina, guanti, strumenti di post-elaborazione, alcool isopropilico, ecc.

Una volta che avrai disimballato tutti gli strumenti per stampare in 3D a casa, non dimenticarti di livellare nuovamente la tua stampante prima di stampare.

Riprendere il tuo flusso di lavoro per la stampa 3D e lavorare da remoto col tuo team

Ora che la postazione di stampa domestica è pronta, c'è ancora qualcosa che puoi fare per migliorare e ottimizzare il flusso di lavoro. 

Fai coincidere l'orario di inizio e di fine delle stampe con i tuoi orari di lavoro per sfruttare al massimo la stampante in questo intervallo. Grazie alla stima di durata della stampa fornita da PreForm, puoi pianificare l'inizio della stampa successiva. Imposta le stampe più lunghe quando non sei nell'area di lavoro, così potrai cominciare la stampa successiva al tuo ritorno.

Kevin Gautier, che lavora nel reparto di Business Development di Formlabs, trova che i membri del suo team si spediscano stampe l'un l'altro più spesso quando lavorano da remoto. "Ricorda sempre di stampare una copia dell'oggetto anche per te, in modo da potervi fare riferimento quando serve".

La postazione di lavoro da casa di Kevin Gautier.

Allo stesso modo, Hedberg consiglia di documentare dettagliatamente e fotografare ogni stampa, soprattutto se non hai spazio extra per conservarle. "Ora che tutto il team lavora da remoto, ci serve un sistema di documentazione adeguato. Ciò non significa che dobbiamo conservare ogni singola parte stampata in 3D, ma che dobbiamo documentare con cura le stampe e conservare la documentazione per il team", dice.

Per tenere sotto controllo la tua produzione in tempo reale e tenere traccia dell'utilizzo della resina e del serbatoio, usa Dashboard per monitorare i progressi delle stampe per ogni dispositivo. Potrai anche tenere traccia dei tassi di successo e di fallimento delle tue stampanti, in modo da sapere quali modelli sono riusciti meglio, in vista delle future iterazioni.

"Portati avanti il più possibile con il lavoro di progettazione e dai la precedenza alle operazioni di prototipazione fisica fondamentali all'interno del team", suggerisce Zach Frew, ingegnere tecnico di Formlabs. Frew sostiene che sia necessario dare la priorità a queste attività, specie se si lavora con risorse limitate, e comunicarle a tutti i membri del team.

Considerazioni sulla sicurezza

Agisci in sicurezza quando utilizzi i prodotti Formlabs. Indossa guanti in nitrile per maneggiare l'alcool isopropilico e lavora in un'area ben ventilata. Conservalo lontano da fonti di calore, scintille e fiamme libere. L'alcool isopropilico evapora rapidamente. Se possibile, tieni sempre chiusi i recipienti. Contatta il produttore o il fornitore del prodotto per informazioni dettagliate sulla sicurezza.

Secondo il guru dei materiali Formlabs Zac Zguris, "è fondamentale un buon livello di igiene quando lavori con i prodotti chimici. Tieni tutto pulito. Assicurati di asciugare immediatamente se i liquidi gocciolano o fuoriescono, e usa acetone o alcool isopropilico per accertarti che non rimangano residui appiccicosi.  Al momento del lavaggio in alcool isopropilico, accertati di lavorare in un'area sufficientemente ventilata. Non puoi utilizzare un armadio per operare in maniera attiva la stampante 3D o per eseguire il lavaggio delle parti in alcool isopropilico".

Quando maneggi le cartucce di resina e i contenitori, assicurati sempre di indossare i guanti per proteggere la pelle. Conserva le cartucce in posizione verticale, lontano dalla luce diretta del sole, in un'area ben ventilata. Chiudi il tappo di sfiato della cartuccia per evitare perdite.

Non versare o smaltire la resina liquida o parzialmente polimerizzata negli scarichi o con i rifiuti domestici. Non versare o smaltire alcool isopropilico contenente resina disciolta negli scarichi o con i rifiuti domestici. Come sempre, solventi e resine vanno smaltiti in conformità con le normative locali e la scheda dati di sicurezza fornita dal produttore. Per saperne di più sulle precauzioni di sicurezza, continua la lettura sul nostro sito di assistenza. 

Come te la cavi con l'ingegneria da casa?

Hai buone pratiche o dritte da consigliare che hai imparato con il passaggio all'ingegneria da casa? Ci piacerebbe conoscerle. Se ti va, puoi condividerle direttamente sui social media taggando @formlabs o usando l'hashtag #IngegneriaDaCasa, oppure lasciando un commento sui nostri forum

Continua a leggere per scoprire altre buone pratiche e vedere come altri se la stanno cavando con l'ingegneria da casa.